Loading...
You are here:  Home  >  ARGOMENTI  >  Eventi  >  Current Article

Crack: la mostra di Gianlorenzo Gasperini e Vera Rossi presentata a Roma il 5 e il 6 ottobre

Dopo l’esposizione di New York presso Morris Adjmi Architects, lo scultore Gianlorenzo Gasperini e la fotografa Vera Rossi, consolidati artisti della galleria, tornanoad esporre nuovamente insieme da RvBArts.
Il titolo della mostra gioca sui diversi significati della parolai nglese crack: crepa, crollo, ma anche instabilità o crisi e perfino divertimento.
Nelle fotografie di Rossi, spaccature, fenditure e distacchi di intonaco vengono colti dall’artista in una serie di scatti realizzati nelle Isole Eolie. La superficie materica dei muri logorati dal tempo e dagli elementi atmosferici diviene il pretesto per indagare sul concetto di frattura e attraversamento. Le immagini mostrano una realtà che si sgretola di cui le crepe diventano una metafora poetica.
Nelle sculture di Gasperini, il crack appare sia come una minaccia incombente che come gioco o divertimento. Figure umane ridotte ad archetipi essenziali si muovono in una dimensione surreale, in rapporto con oggetti improbabili, alla continua ricerca di equilibrio. Sembra che per queste figure, giocare con l’instabilità della realtà sia l’unico modo possibile di esistere nello spazio.
Nata a Milano nel 1968, Vera Rossi realizza fotografie di still life, elementi naturali ed opere d’arte. Nel 2013 alcuni suoi lavori sono stati scelti per un’installazione all’Armory Show, la principale fiera internazionale d’arte di New York, e nel 2017 ha partecipato a MIA Photo Fair di Milano. Rossi concentra la sua ricerca sul concetto del varco trascendendo attraverso l’obiettivo la realtà oggettiva delle cose. Nelle sue opere, luci e ombre svolgono una funzione fondamentale, mostrando il carattere instabile e il limite stesso della nostra percezione. Rossi riporta allo sguardo una quotidianità stratificata in cui la scelta del plexiglass in quanto medium ne accentua la densità pluridimensionale.
Gianlorenzo Gasperini è nato a Civitavecchia nel 1967. Si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma dove si è specializzato in scultura. Dal 2001 al 2012 le sue sculture hanno fatto parte dell’esposizione permanente dell’Opera Gallery di New York. I materiali di cui l’artista fa uso sono resina, bronzo egesso. Le sue sculture,caratterizzate da un forte senso della linea e del movimento, esplorano il tema del bilanciamento e dell’equilibrio. L’ironia è una componente importante della sua ricerca: essa gli dà la possibilità di liberarsi dal pesante carico della tradizione e di operare in un presente instabile dove tutte le certezze si dissolvono.
Creata da Michele von Büren, RvBArts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.

via della Zoccolette 28, 00186 Roma

la mostra resterà aperta fino a sabato 28 ottobre

orari: 11:00-13:30 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso

Curatrice e organizzazione: Michele von BürendiRvBArts

Testo critico: Viviana Quattrini


    Print       Email
  • Published: 17 giorni ago on 1 ottobre 2017
  • By:
  • Last Modified: settembre 26, 2017 @ 11:52 am
  • Filed Under: Eventi, Lazio
  • Tagged With: ,
  • Articoli recenti

  • Calendario

    ottobre: 2017
    L M M G V S D
    « set    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Categorie

  • Archivi

You might also like...

index

Il mestiere di genitore, un seminario a Roma promosso da “Arkeidos-Psicologia per il Sociale” per riflettere sul tema della genitorialità

Read More →